Castello di Conegliano


Il castello di Conegliano è situato nella sommità del colle di Giano, un luogo strategico perché domina tutta la città e il territorio circostante.
È certo, ormai, che la costruzione del castello corrisponde con la fondazione della città stessa.
La torre che oggi identifica il castello è detta “della Campana” perché accoglieva la campagna magna che chiamava a raccolta la popolazione per l’inizio del Consiglio cittadino.
Proprio all’ interno di questa torre, oggi, ha sede il museo civico della città.
Il museo civico è composto da: la pi­nacoteca e il lapidario in cui sono raccolti affre­schi, lapidi tra cui il leone scalpellato dai Francesi nell’omonima porta (1797); la sala detta "Del Camino o Cucina", per la grande cappa a corno dogale che sovrasta il focolare, nella quale, oltre ad armature ed arredi in stile tardo-rinascimentali, sono esposti sei pesi-tipo della Repubblica Veneta per il controllo di liquidi, granaglie e altri prodotti.
Nella sala attigua ci sono alcune riproduzioni di carte geografiche antiche e dipinti settecenteschi. Ai piani superiori la sezione archeologica e vari documenti e reperti di storia locale.
Sulla sommità c’è la terrazza da cui si può ammirare lo stupendo panorama che spazia dai monti al mare.
Dal 1994 il museo accoglie una sezione archeo­logica costituita da materiali preistorici e romani rinvenuti in città e nel territorio.